Social Media HSHS

National League

I nuovi volti della NLA 2016/17: il giovane Will Petschenig

living
petschenig

WILL PETSCHENIG

Età: 21 anni
Posizione: difensore
Altezza: 188 cm
Peso: 88 kg
Tiro: left
Nazionalità:
Provenienza: Saginaw Spirit (OHL)
Palmarès: Titolo OHL (2015)
Contratto: 2017/18

La duttilità come qualità principale

Will Petschenig è un difensore roccioso dal fisico imponente, un tipico stay-at-home che però riesce spesso a mettere il suo nome sul tabellino, essendo anche un discreto blue-liner in power play.

La sua particolarità è quella di essere in grado di giostrare sia in difesa che in attacco, facendo del 21enne un ottimo jolly dalla grande duttilità. Giocatore duro alle assi, ma tende a prendere qualche penalità di troppo a causa di interventi non sempre puntuali per via di un pattinaggio non ancora ai migliori livelli che lo manda spesso in ritardo rispetto agli avversari più veloci.

Dalla OHL al professionismo in Svizzera

Will Petschenig è solo l’ultimo di quei giocatori dal doppio passaporto scovati da Chris McSorley grazie a una rete capillare di osservatori e agenti, e va ad aggiungersi ai vari Jeremy Wick, Tim Traber e Cody Almond, tutti giunti a Les Vernets.

Per Petschenig, che ha origini svizzere (il cognome è comunque di stampo austriaco), quello trovato in maglia granata è il primo contratto da professionista, dopo un inizio di carriera speso in OHL.

Nella lega giovanile dell’Ontario ha disputato in totale quattro stagioni, di cui tre negli Oshawa Generals, con i quali si è laureato campione nella stagione 2014/15. Nell’ultima stagione, prima di trasferirsi in LNA, ha giocato per i Saginaw Spirit, di cui era uno dei capitani.

Duro solo sul ghiaccio

La storia di Petschenig rivela un particolare decisamente onorevole per il giovane, insignito del Dan Snyder Trophy (premio umanitario della OHL e rappresentativo della CHL) per il suo impegno fuori dal ghiaccio.

Petschenig perde il padre – ex giocatore di Football americano – nel 2013, e sulla scia di quell’evento fonda l’associazione “A Heart like mine”, dedicata ai bambini che come lui hanno perso il proprio genitore.

L’associazione permette ai bambini di incontrare i giocatori di OHL dopo le partite, assistere alle partite dalle zone Vip, partecipare a campi d’allenamento estivi e a manifestazioni assieme agli atleti. Ma oltre a ciò l’associazione supporta con aiuti e donazioni le famiglie che hanno perso il padre e i bambini ricoverati negli ospedali pediatrici.

“Ricordo che quando ero bambino mio padre mi portava a vedere le partite di OHL, e quei ragazzi erano i miei idoli. Volevo fare qualcosa per onorare la sua memoria, e credo che aiutare i bambini in difficoltà e che hanno perso il loro padre sia la migliore cosa da fare”. (Will Petschenig)

TUTTI I GIOCATORI PRESENTATI SINORA

Patrik Zackrisson (Lugano)
Jonas Junland (Losanna)
Rob Schremp (Zugo)
Jonas Hiller (Bienne)
Dustin Jeffrey (Losanna)
Maxim Noreau (Berna)
Patrick Thoresen (ZSC Lions)
Jacob Micflikier (Bienne)
Mattias Ritola (Friborgo)

Redattore, Alessandro Zacchetti si occupa di articoli e interviste relative all’HC Lugano e ai Ticino Rockets, con un occhio verso l’hockey europeo.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in National League