Social Media HSHS

Ambrì Piotta

I nuovi volti della NLA 2015/16: il centro biancoblù Cory Emmerton

emmerton

E Età: 27 anni
Posizione: C
Altezza: 184cm
Peso: 87kg
Nazionalità:
Provenienza: HK Sochi (KHL)
Contratto: 2016/17
Twitter:

Dopo la partenza di Richard Park, l’Ambrì Piotta si è ritrovato orfano di una pedina fondamentale del suo scacchiere, che nella scorsa annata Serge Pelletier ha cercato di sostituire con un poco convincente Keith Aucoin. In vista della prossima stagione al centro ci saranno almeno due novità di rilievo, con l’innesto di Oliver Kamber e del 27enne canadese, Cory Emmerton.

A differenza di quanto successo con Aucoin – che sostanzialmente si sperava potesse essere una “copia” il più vicino possibile a Park – il ragazzo di St. Thomas (Ontario) è un centro orientato maggiormente ad un gioco two-way e che, in definitiva, appare essere sulla carta più completo dei suoi predecessori, a patto naturalmente di riuscire immediatamente a trovare il modo di avere un impatto nel nostro campionato.

Autore di 29 punti (17 gol) in 60 partite di regular season in KHL con l’HK Sochi, Emmerton non era certo dipinto come un centro poco offensivo all’inizio della sua carriera e, anzi, era stato “catalogato” dagli scout come un giocatore destinato a produrre un gran numero di reti e assist.

Jim Nill, nel 2009 vice presidente e assistente GM dei Detroit Red Wings, lo aveva definito come un giocatore capace di avere una visione di gioco fuori dal comune, che gli permette di “vedere il gioco sempre un passo avanti rispetto agli avversari”. Emmerton può vantare buone mani e un buon pattinaggio, abilità che sono però state soffocate durante i suoi anni a Detroit, dove veniva impiegato unicamente in ruoli difensivi e in inferiorità numerica.

I suoi numeri in NHL parlano di 23 punti in 157 partite, con una media di ingaggi vinti in NHL attorno al 50%. Emmerton ha giocato la sua prima partita nel miglior campionato al mondo il 22 gennaio 2011 contro i Chicago Blackhawks, e riuscì ad ottenere immediatamente il suo primo gol, superando in maniera piuttosto fortunosa Corey Crawford. “A dire il vero doveva essere un passaggio!”, ci aveva rivelato in una nostra intervista.

Dopo il training camp riuscì a ritagliarsi un posto nei Red Wings per il campionato 2011/12, giocato interamente in NHL (76 partite, 11 punti) e che gli permise di venir eletto “Detroit Red Wings Rookie of the Year” dall’associazione dei giornalisti sportivi della città.

Successivamente giocò in NHL anche tutta la stagione del lockout – 61 partite, 9 punti – ma quell’annata per lui rappresentò “l’inizio della fine” ai Red Wings. La troppa concorrenza ed il livello di talento sempre molto alto a Detroit lo hanno relegato in AHL ai Grand Rapids Griffins, dove ottenne quell’anno 53 punti in 63 incontri, portando il suo bottino complessivo nelle minors a 165 punti in 291 match.

Da lì la decisione di fare un cambiamento e di trasferirsi in KHL, scelta pagante dal lato sportivo ma in definitiva errata da punto di vista umano e di qualità di vita. Con il club in gravissima crisi finanziaria – così come l’intera Lega, ed in generale la nazione – Emmerton non ci ha pensato due volte a firmare ad Ambrì, dove tornerà ad avere un ruolo centrale.

La speranza è quella che la fiducia ed i tanti minuti di ghiaccio e nelle situazioni speciali gli permetteranno di tornare ad essere quello di inizio carriera. All’Ambrì potrebbe anche bastare un buon centro two-way, ma trovare un Emmerton capace anche di far rinascere le sue qualità di scorer e playmaker sarebbe un vero affare.

Il 27enne è inoltre fisicamente integro e non ha mai dovuto confrontarsi con infortuni seri in tutto l’arco della sua carriera, se non durante l’annata 2006/07, dove ancora difendeva i colori dei Kingston Frontenacs in OHL. Allora fu limitato a giocare sole 40 partite, mentre l’infortunio più recente riguarda un “semplice” dito della mano rotto nell’unica partita giocata al SaiPa nel lockout del 2012… Un episodio decisamente sfortunato, che Emmerton aveva riassunto con un simpatico tweet.

I definitiva con Cory Emmerton l’Ambrì Piotta porta alla Valascia un giocatore completo e in un momento sicuramente interessante della sua carriera. Osservandolo anche solamente “alla superficie” il 27enne appare in grado di aiutare i biancoblù, ma dovrà ritrovare riscoprire alcune delle sue abilità “dormienti” per risultare realmente decisivo ed avere un impatto importante sulla stagione dei suoi.


TUTTI I GIOCATORI PRESENTATI SINORA

Tony Martensson (Lugano)
Chad Kolarik (Kloten)
Alexandre Picard (Friborgo)
Tim Stapleton (Bienne)
Andrew Ebbett (Berna)
Cory Emmerton (Ambrì)
Jarkko Immonen (Zugo)
Kevin Clark (Langnau)

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment

Altri articoli in Ambrì Piotta