Social Media HSHS

NHL

I New Jersey Devils hanno vissuto un’estate eccezionale, ora dovranno ritrovare la via

Dalla vittoria della lottery che ha permesso il draft di Jack Hughes, agli ingaggi di P.K. Subban, Gusev e Simmonds, passando per il rientro a pieno regime di Taylor Hall. I portieri saranno però all’altezza?

A partire dal 2 ottobre ricomincerà lo spettacolo della NHL, con quattro partite che daranno il via ufficialmente al campionato più bello del mondo.

Anche quest’anno HSHS vi proporrà la presentazione di tutte e 31 le franchigie della NHL, con degli articoli riassuntivi che ci accompagneranno sino ad inizio ottobre.


DEVILS

La rosa 2019/20

PORTIERI
Cory Schneider, Mackenzie Blackwood

DIFENSORI
P.K. Subban, Andy Greene, Sami Vatanen, Damon Severson, Will Butcher, Connor Carrick, Mirco Müller

ATTACCANTI
Taylor Hall, Travis Zajac, Wayne Simmonds, Kyle Palmieri, Nikita Gusev, Miles Wood, Pavel Zacha, Blake Coleman, Jack Hughes, Nico Hischier, John Hayden, Jesper Bratt, Kevin Rooney


Dopo essersi resi protagonista di una stagione 2017/18 sorprendente che aveva visto la squadra fare ritorno nei playoff, i New Jersey Devils nella passata annata hanno compiuto un passo indietro, mancando l’appuntamento con il post season totalizzando appena 72 punti.

Un’annata deludente di alcune individualità ed un importante ruolo giocato dagli infortuni hanno trascinato la franchigia di Newark sino al terz’ultimo posto dell’intera NHL, che si è poi concretizzato nella vittoria della Draft Lottery – secondo fist pick assoluto in tre anni! – e la conseguente scelta del talento generazionale Jack Hughes, preferito a Kaapo Kakko.

L’arrivo di Hughes aumenta in maniera immediata il livello di talento a disposizione dei Devils, che dal mercato hanno poi visto arrivare il difensore P.K. Subban via trade da Nashville, così come l’innesto dell’intrigante Nikita Gusev e l’ingaggio del free agent Wayne Simmonds, assetato di rivalsa dopo il deludente periodo ai Predators.

Il più grande innesto i Devils lo avevano però già in casa, visto che Taylor Hall tornerà a giocare al 100% dopo una passata stagione frenata da un infortunio che lo ha portato a giocare solamente 33 partite (37 punti). Nei suoi confronti c’è eccitazione per il rientro a pieno regime ma una certa preoccupazione per la situazione contrattuale, che lo vedrà arrivare a scadenza il prossimo 1 luglio.

Sul fronte offensivo Taylor Hall sarà nuovamente la principale bocca di fuoco dei Devils, che avranno però bisogno di un maggior supporto dal resto della rosa in termini di secondary scoring, vero grande problema dell’ultimo campionato.

Maggiore profondità in avanti è assicurata dagli innesti già citati di Hughes, Gusev e Simmonds, ma ci vorrà un contributo costante anche dal bottom six. Nelle prime due linee continuerà inoltre a progredire Nico Hischier, che nelle sue prime 151 partite NHL ha ottenuto un ottimo bottino di 99 punti.

Gli impulsi dalle retrovie saranno invece garantiti dal carismatico P.K. Subban, che va a dare dinamicità ad una difesa che nella passata stagione non è stata all’altezza. Sami Vatanen sarà ora in pista senza problemi fisici, ed anche Damon Severson è un elemento interessante.

Will Butcher continuerà ad avere un ruolo fondamentale (anche) in powerplay, mentre dovrebbe diminuire l’impiego del veterano Andy Greene. Da non dimenticare inoltre la presenza in squadra del rossocrociato Mirco Müller, che rimane però un elemento di profondità.

Tra i pali ci sono invece dei punti di domanda importanti, con l’ex biancoblù Cory Schneider e Mackenzie Blackwood che rappresentano una coppia tutta da verificare. Per il giocatore con passaporto rossocrociato non sarà scontato imporsi come titolare, in una battaglia per la gabbia che inizierà già dal preseason.

I New Jersey Devils torneranno dunque a rincorrere i playoff dopo un offseason eccezionale a livello di mercato, ed in dubbiamente la squadra si presenta in maniera decisamente rinforzata e pronta a dare battaglia in una Metropolitan Division che si preannnuncia spettacolare.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in NHL