Social Media HSHS

NHL

I Kings vincono ancora in rimonta, KO i Rangers al secondo overtime

rangers
RANGERS @ KINGS

4-5

(2-0, 2-2, 0-2, 0-0, 0-1)

kings
Reti: 10’48 McDonagh (Moore) 1-0, 18’46 Zuccarello (McDonagh, Brassard) 2-0, 21’46 Stoll (Williams, King) 2-1, 31’24 St. Louis (Stepan, Kreider) 3-1, 34’39 Mitchell (Voynov, Williams) 3-2, 34’50 Brassard (Zuccarello) 4-2, 41’38 King (Greene, Williams) 4-3, 47’36 Gaborik 4-4, 90’26 Brown (Mitchell, Kopitar) 4-5

Note: Staples Center, 18’200 spettatori.
Penalità: New York Rangers 4×2′, Los Angeles Kings 5×2′
3 Stars: Brown, Williams, Zuccarello

LOS ANGELES – I Los Angeles Kings hanno giocato per l’ennesima volta con il fuoco, ma alla fine non si sono bruciati e sono usciti vincitori anche da gara 2. I californiani si sono infatti ritrovati in svantaggio di 2 reti alla fine del primo e del secondo tempo, ma negli ultimi 20 minuti hanno trovato il modo di pareggiare l’incontro e di rimandare ogni decisione all’overtime, dove una deviazione di Brown ha regalato il 2-0 nella serie ai Kings.

Come nella prima sfida, anche sabato notte ad andare a segno per primi sono stati i Rangers, che hanno sbloccato il punteggio al 10’48 con un tiro dalla blu di McDonagh. Il raddoppio è arrivato al termine della prima frazione, quando un tiro dello stesso McDonagh ha permesso a Zuccarello di insaccare su rebound da pochi centimetri.

Come da copione, però, i padroni di casa hanno trovato una rete nelle prima battute del periodo centrale, quando Brad Richards ha regalato un disco agli avversari al posto di spazzarlo dal terzo, dando il via all’azione che ha portato Stoll a segnare a porta sguarnita. I Rangers stavolta hanno però saputo rispondere per le rime con St. Louis, autore di un pregevole tiro al volo in contropiede che ha fatto secco Quick per la terza volta.

Una staffilata di Mitchell al 34’49 ha riportato sotto i padroni di casa, che si sono però ritrovati in ritardo di due reti solo 11 secondi dopo, quando Brassard ha segnato il 4-2 che è diventato il gol più veloce in una finale di Stanley Cup da 67 anni a questa parte.

Con New York avanti di due lunghezze, il terzo tempo è iniziato con il controverso 4-3 dei californiani, con King che nello slot ha impedito a Lundqvist di effettuare la parata. Il gol è stato però convalidato e ha ridato vita ai Kings, che hanno pareggiato qualche minuto dopo con Gaborik, autore della sua 13esima rete di questi playoff.

Durante il primo overtime entrambe le squadre hanno poi avuto l’opportunità di trovare la rete, ma a risolvere la sfida è stato capitan Brown dopo 90 minuti di gioco. La sua deviazione è valsa il 2-0 nella serie, che costringe ora New York all’impresa di vincere 4 delle prossime 5 partite se vorranno vincere la Stanley Cup. Cosa decisamente non da poco.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment

Altri articoli in NHL