Social Media HSHS

Ambrì Piotta

Hall: “Lotta senza esclusione di colpi, è una serie molto dura”

garage3

AMBRÌ – Dopo gara 5 della finale dei playout, disputata giovedì sera alla Valascia contro il Rapperswil e terminata con una sconfitta ai supplementari per 4-3, abbiamo avvicinato il centro statunitense dei biancoblù Adam Hall per scoprire quali fossero le sue impressioni riguardo l’incontro ed analizzare insieme a lui il momento dei leventinesi.

Adam Hall, è stata una partita complicata… Come commenti il match?
“Non credo che questo sia stato un incontro sorprendente rispetto ai precedenti. È stata un’altra partita molto combattuta e tirata, entrambe le squadre hanno avuto le loro occasioni. Loro sono una squadra molto difficile da affrontare, ora dobbiamo riordinare le idee e trarre degli insegnamenti da questa partita. Dopodiché dovremo darci dentro in allenamento e concentrarci per gara 6”.

Come spieghi la differenza fra la prestazione di martedì e questa? Il Rapperswil ha forzato tantissimo i suoi giocatori migliori eppure sembrava pattinare il doppio rispetto a voi…
“Penso che la differenza l’abbia fatta la gestione del disco. A Rapperswil siamo stati in grado di far girare bene il puck, evitando pericolosi dischi persi o passaggi a vuoto. Giovedì invece abbiamo faticato parecchio in questo senso, dobbiamo assolutamente migliorare per poter avere più occasioni. Anche i tiri verso la porta di Wolf sono stati troppi pochi. Più conclusioni effettui e maggiori saranno le possibilità di sfruttare eventuali rebound ed in generale di creare scompiglio in attacco”.

Possiamo immaginare che comunque questa sconfitta faccia male…
“Certamente non è mai bello quando subisci una rete, specialmente una come quella nell’overtime. Come ho detto sapevamo che questa serie sarebbe stata una battaglia e tale si sta dimostrando. Adesso sotto con la prossima partita”.

Come hai visto la squadra nello spogliatoio? C’è più tristezza o più consapevolezza di avere ancora due match ball da gestire?
“La serie non è finita! Sapevamo sin dall’inizio che sarebbe stata una serie al meglio delle sette partite nella quale ci attendeva una lotta senza esclusione di colpi ad ogni singolo cambio, ad ogni singolo match e questa sconfitta non cambia nulla”.

Hai maturato molta esperienza a vari livelli, cosa credi che sarà fondamentale migliorare per poter chiudere il discorso salvezza già a Rapperswil?
“Dovremo giocare in maniera solida e consistente ad ogni cambio. Non possiamo alternare buoni cambi a dei cambi pessimi. Bisognerà che tutti quanti disputino un match efficace e convincente durante l’arco di tutti i sessanta minuti”.

Studente universitario in Scienze della Comunicazione all'USI, segue giornalmente lo sport a 360°. Si occupa principalmente delle interviste, seguendo da vicino l'Ambrì Piotta.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Ambrì Piotta