Social Media HSHS

Nazionale

Fischer: “La delusione è immensa… Non abbiamo retto la pressione”

Sul fallimento olimpico si è espresso anche Raffainer: “Siamo estremamente delusi, ma la nostra prossima chance rappresentata dai Mondiali è già dietro l’angolo… Ci concentreremo su analisi e preparazione del prossimo impegno”

© SIHF

PYEONGCHANG – In seguito all’eliminazione dal torneo olimpico, Swiss Ice Hockey ha fornito un primo bilancio della spedizione coreana, attraverso le parole del Direttore delle squadre nazionali, Raeto Raffainer, e dell’head coach Patrick Fischer.

L’obiettivo dichiarato di Swiss Ice Hockey era quello di accedere almeno ai quarti di finale, intento che è fallito con la sconfitta di martedì pomeriggio. Il bilancio finale della Svizzera è stato di tre sconfitte su un totale di quattro partite disputate, che ha portato la squadra a chiudere al decimo posto complessivo.

Raeto Raffainer: “Siamo estremamente delusi. Eravamo venuti in Corea del Sud con degli obiettivi ben diversi e con l’intenzione di fare un passo avanti rispetto a quanto ottenuto a Sochi 2014. Con i Mondiali previsti in Danimarca la nostra prossima chance è però già dietro l’angolo, dunque ora ci concentreremo sull’analisi di quanto fatto e sulla preparazione a questo prossimo impegno.

Patrick Fischer: “Siamo giunti in Corea del Sud pieni di fiducia e con degli obiettivi ambiziosi. Non siamo però riusciti a reggere la pressione e non siamo di conseguenza riusciti a raccogliere i frutti del nostro lavoro… Anche a causa di errori individuali. La delusione è immensa ed ora per noi si tratterà di analizzare il torneo – con un occhio di riguardo alle situazioni speciali – e di tirare poi le conclusioni adeguate”.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Nazionale