Social Media HSHS

Interviste

Fischer: “Fa male perdere così, avremmo dovuto vincere…”

LUGANO – Dopo il finale surreale vissuto alla Resega nell’overtime della gara contro il Davos, con i grigionesi impostisi per 4-3 grazie al clamoroso gol del futuro bianconero Gregory Hofmann, abbiamo raccolto le impressioni  dell’allenatore del Lugano Patrick Fischer.

Patrick Fischer, malgrado il discusso episodio dell’overtime che ha regalato la vittoria al Davos, come hai visto la squadra?
“L’ho vista molto bene, penso sia stata una bellissima partita, molto veloce con un ritmo alto e molti “up and down”. Il Davos è una squadra che gioca molto veloce e anche noi abbiamo giocato su questi livelli. Sono contento, siamo stati vicini alla vittoria… Alla fine abbiamo preso una rete di troppo, il Davos è molto pericoloso. Fa male perdere così perché eravamo vicini al successo e anche nell’overtime abbiamo avuto alcune occasioni. Da regolamento avremmo dovuto vincere, normalmente quando il portiere lancia il bastone viene assegnato il gol automaticamente”.

Ultimamente avete trovato pochi gol a cinque contro cinque, anche se martedì sono arrivate due segnature. Questo é un punto sul quale potete ancora crescere molto..
“Sì, dobbiamo cercare di segnare di più, il power play funziona molto bene ma in cinque contro cinque dobbiamo fare più reti con tutte le linee. Ci lavoriamo sempre e contro il Davos è andata un po’ meglio. Comunque sì, in cinque contro cinque dobbiamo migliorare”.

Anche a livello dei giocatori svizzeri l’apporto dopo la pausa Nazionale è calato, ad immagine di un Walsky  per esempio che non risulta più incisivo come prima, sei d’accordo?
“Non voglio parlare di individualità, martedì tutta la squadra ha lottato e giocato bene contro la prima in classifica. Il Davos quando è in forma gioca bene e noi siamo stati forti tanto quanto loro, questo mi è piaciuto. In allenamento proviamo degli “scoring-thrills” per cercare di essere più efficaci sotto porta. Spero comunque che certi giocatori si sblocchino”.

Attualmente in rosa avete molti attaccanti, continuerai a gestirli con dei mini-turnover oppure c’è da aspettarsi qualche movimento di mercato?
“Al momento abbiamo fatto un paio di turnover, così tutti possono giocare però dobbiamo valutare, alla fine conta quello che si fa in pista. Adesso abbiamo ancora tre attaccanti infortunati (Walker, Balmelli e Kostner), tutti sono importanti e la stagione è ancora lunga. Penso che faremo ancora dei turnover con alcuni giocatori”.

Karim segue da vicino il Lugano si occupa delle interviste post-partita in occasione dei match casalinghi dei bianconeri alla Resega

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Interviste