Social Media HSHS

Mondiali 2015

Duchene sui russi: “Ascoltare l’inno è parte della sconfitta”

La Russia non aveva fatto un gran figura al termine della finale del Mondiale di Praga persa contro il Canada. I russi avevano infatti lasciato il ghiaccio senza ascoltare all’inno canadese, rito riservato per la squadra vincitrice su tutto l’arco del torneo.

L’episodio non ha lasciato indifferente l’ex biancoblù Matt Duchene, il quale su SportsNet ha affermato: “Ho perso quel torneo tre volte, in due occasioni contro la Russia. Siamo sempre rimasti in pista ad ascoltare il loro inno nazionale… Non ci saremmo mai nemmeno sognati di andarcene”.

È però giusto precisare che alcuni giocatori sono effettivamente rimasti per la cerimonia, tra cui Alex Ovechkin ed Evgeni Malkin.

“Ovechkin è rimasto in pista e si è fermato a parlare con noi. Questo è stato un gesto apprezzato”, ha continuato Duchene. “È una questione di rispetto, dovevano ascoltare il nostro inno, è un elemento che fa parte della sconfitta”.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Mondiali 2015