Social Media HSHS

Ambrì Piotta

Duca: “Discuteremo con Fora le sue idee sul futuro, tanti gli elementi da considerare”

Il DS ha continuato a seguire da vicino il difensore: “Siamo sempre rimasti in contatto, Michael è uno di noi ed è molto legato alla nostra realtà. In Nordamerica ci sono dinamiche diverse, possono crearsi queste situazioni”

AMBRÌ – Mentre la squadra sul ghiaccio cercava di ottenere un’importante vittoria contro il Rapperswil, sulle tribune della Valascia l’attenzione dei tifosi non era completamente rivolta a quanto succedeva in pista.

Poco prima dell’ingaggio d’inizio è infatti arrivata la notizia della rottura tra l’ex capitano Michael Fora e i Carolina Hurricanes, che hanno scaricato il difensore con una rescissione contrattuale che arriverà a concretezza nella serata di sabato.

La sterzata inaspettata nel percorso del ticinese ha naturalmente interessato anche il DS Paolo Duca, che però rimane in attesa degli sviluppi.

“Per noi è ancora troppo presto per prendere una posizione”, ha commentato. “È una cosa successa da poco, la notizia è arrivata solamente prima della partita di venerdì sera, dunque ci prenderemo il tempo per parlare con Fora e vedere cosa sono le sue idee sul futuro. Al momento non possiamo aggiungere di più”.

“Lui ha un contratto con l’Ambrì che presenta delle clausole, tra le quali quella di poter andare in NHL, e questo accordo è ancora in essere”, ha precisato Duca. “I dettagli devono però rimanere tra il club e il giocatore, dunque ora manteniamo la calma e lasciateci un po’ di tempo per parlare con lui, poi vedremo cosa succederà. Ci sono tanti fattori che vanno presi in considerazione, tra cui sicuramente anche quello finanziario”.

Paolo Duca, hai seguito il percorso di Fora in queste settimane? Sorprende vedere quanto velocemente le cose si siano complicate per lui…
“In Nordamerica ci sono altre dinamiche, che vanno anche oltre lo sport e le prestazioni sul ghiaccio. Ogni tanto dai club arrivano delle decisioni che in un secondo possono cambiare la situazione… È un altro tipo di mercato, governato da regole differenti che danno alle squadre una serie di possibilità diverse. Con lui sono comunque sempre rimasto in contatto, durante l’estate si era allenato con noi e chiaramente lo abbiamo seguito, perchè Michael è uno di noi ed è molto legato alla nostra realtà”.

Guardando invece alla difesa attuale, c’è Kienzle che sta facendo fatica a trovare posto nel lineup…
“Effettivamente non ci aspettavamo di vederlo faticare nel ritagliarsi spazio, ma non credo che nei suoi confronti si possa parlare di delusione. Si sta allenando bene, ma sta facendo più fatica di quello che pensavamo nell’assimilare un nuovo stile di gioco, molto diverso da quello del Friborgo soprattutto per i difensori. Con lui guardiamo comunque a lungo termine, visto il contratto di tre stagioni. Nella stretta attualità la situazione per lui non è semplice, perché è difficile pensare di cambiare quando le cose stanno andando bene”.

Dal ghiaccio invece sono arrivati tre punti importantissimi, anche se sudati contro l’ultima della classe…
“Il Rapperswil ha fatto una grande partita, dobbiamo riconoscerlo, hanno spinto e a tratti ci hanno messo sotto pressione. Ci siamo difesi con un discreto ordine, ma la sfida l’abbiamo decisa con un paio di prestazioni individuali, su tutti Conz e Kubalik. Era importante vincere, non ci aspettavamo una partita facile e dunque siamo contenti di aver portato a casa i tre punti”.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Ambrì Piotta