HeShootsHeScoores

Doppio turno e finale da brivido: due punti per il TIUH

(Lisa Quarenghi)

Doppio turno in agrodolce lo scorso weekend per il Ticino Unihockey (Tiuh). Senza lo straniero Grinder, infortunato, e con lo svedese Larsson ancora convalescente per un problema al ginocchio, i ragazzi di Prato hanno perso di misura sabato contro l’Eggiwil e si sono rifatti nel giro di meno di 24 ore, andando a vincere in maniera roccambolesca in casa dello Zug United.

La linea per accedere ai playoff è quindi sempre lì, a due punti. E per raggiungerla il Tiuh cercherà di prepararsi al meglio nel corso delle prossime due settimane, con il campionato fermo per dar spazio ai mondiali che avranno luogo a Berna/Zurigo tra il 2 e il 9 dicembre.

Prima partita
All’Arti e Mestieri di Bellinzona, il Tiuh ha offerto contro l’Eggiwil una buona prestazione nel primo e terzo periodo. Peccato che, anche a causa delle diverse penalità subite, nel secondo terzo siano stati gli ospiti a portarsi in vantaggio per 1-3. Dopo la quarta rete dei bernesi, c’è stata la reazione dei rossoblù che hanno risalito la china, portandosi sul 4-4. A pochi minuti dalla fine però la doccia fredda, con il gol dell’Eggiwil che ha sancito la sconfitta. Da sottolineare le due marcature del giovane Rico Herrmann, proveniente dalla U21 del Coira e i diversi pali colpiti.

(Lisa Quarenghi)

Seconda partita
Con la sconfitta del giorno precedente nella testa e nelle gambe, il Tiuh ha iniziato domenica come peggio non si poteva la sfida contro lo Zug United: dopo i primi venti minuti lo score diceva 4 a 0 per i confederati. Weekend da zero punti? Neanche per sogno. Pian piano i ragazzi di Prato hanno cominciato a rimontare. Una rimonta lenta e al cardiopalma: il pareggio di Masa è infatti caduto a soli 30 secondi dalla fine con Zanini fuori dai pali. Decisione rimandata quindi ai supplementari, con Larsson che ha trovato al 64esimo il gol che ha regalato due punti ai rossoblù.

TIUH


Andrea Branca

Fondatore ed amministratore, Andrea è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media.