Social Media HSHS

Interviste

Dal Pian: “Niente su cui recriminare, sto trovando la giusta strada”

LUGANO – Dopo la sconfitta rimediata nell’ultimo turno contro il Bienne, il Lugano riceveva in casa il Berna per la sfida valida per gli ottavi di finale di Coppa Svizzera.

Gli orsi sono riusciti a spuntarla vincendo 3-2 all’overtime, eliminando così i bianconeri dalla corsa alla vittoria finale. Al termine della partita abbiamo avvicinato Giacomo Dal Pian, per raccogliere le sue opinioni sul match.

Giacomo Dal Pian, a inizio stagione si mormorava che le squadre di NLA avrebbero “snobbato” un po’ la Coppa, Lugano e Berna ci hanno dimostrato come queste voci fossero infondate…
“Penso che entrambe le squadre abbiano disputato una buona partita a livello tattico, giocando molto disciplinate. È stato un incontro equilibrato, infatti c’è voluto l’ overtime per deciderla e purtroppo alla fine abbiamo perso. Non credo che ci sia qualcosa da recriminare, abbiamo giocato una buona partita, con la giusta mentalità. Sicuramente non abbiamo snobbato la Coppa Svizzera, ogni volta che andiamo sul ghiaccio lo facciamo per vincere.”

Sia nell’ultima partita di campionato che in questa avete avuto molte occasioni da gol che non siete riusciti a sfruttare. Pensi che manchi un po’ di cattiveria davanti alla porta? Oppure che sia un leggero calo dovuto alle numerose assenze?
“Può essere che si tratti di entrambe le cose, sicuramente è mancata un po’ di cattiveria nello slot. Bisogna anche dire che gli infortuni occorsi negli ultimi tempi non aiutano, sono diverse partite che giochiamo con 20 giocatori tirati ed anche contro il Berna si sono visti molti giovani sul ghiaccio. Quando la panchina è così corta alla fine si gioca tantissimo, anche tre volte alla settimana, e la stanchezza può farsi sentire. Non penso però che questo sia un alibi, bisogna solo guardare avanti alla prossima partita.”

Tanti giovani schierati da Fischer (ben 7 a referto stasera sotto i 22 anni, n.d.r), e tu sei stato schierato come primo centro tra Pettersson e Klasen. Quali sono state le tue sensazioni? E come valuti la tua prima parte di stagione?
“È bellissimo poter giostrare con due stranieri così forti, sappiamo tutti che tipo di giocatori sono Klasen e Pettersson. Questa è stata la prima volta che ho giocato con loro perché Sannitz non ha potuto esserci, dunque mi sono ritrovato in questa linea. Mi sono trovato subito bene. Personalmente penso sia stato un buon inizio di stagione per me, anche se forse avrei potuto essere più costante nel mio rendimento. Ho avuto anche un infortunio di mezzo, però pian piano sto trovando la giusta strada. L’importante è continuare a lavorare e confermarsi ogni giorno.”

La prossima partita sarà il derby in programma alla Resega, l’occasione giusta per prendersi la rivincita dopo la sconfitta patita alla Valascia…
“Non so se sarà per la voglia di rivincita, ma certamente daremo tutto per vincere il derby!”.

Studente di comunicazione all'USI di Lugano, Diego si occupa delle interviste post-partita dalla Resega.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Interviste