Social Media HSHS

NHL

Crisi per i Rangers con Rick Nash KO, i Pens aspettano Malkin

159803933_slide(rangers.nhl.com)

È crisi nera dei New York Rangers? Forse sì. Le grandissime aspettative che si erano formate attorno alla squadra di John Tortorella stanno rendendo ancora più duro un inizio di stagione decisamente sottotono, nel contesto di una situazione aggravatasi ulteriormente dai numerosi infortuni che hanno colpito le Blueshirts e che sono culminati in una goffa sconfitta casalinga martedì notte contro i Winnnipeg Jets.

Un ruolo centrale delle ultime sconfitte incassate dai Rangers l’hanno avute le assenze di Rick Nash, Ryan McDonagh, Dan Girardi e Michael Del Zotto, che non hanno permesso alla squadra di trovare finalmente il suo ritmo. Ciò che preoccupa maggiormente è però il momentaccio di elementi fondamentali come Brad Richards e Marian Gaborik, autori sì di 12 punti sinora ma che non hanno mai saputo realmente incidere e risultare decisivi nei momenti topici. Questo si riflette anche su un powerplay sempre deficitario ma su questo, in fondo, i tifosi di New York ci stanno facendo il callo…

L’allenamento di martedì sembra indicare che presto addirittura tutti gli infortunati potranno rientrare, anche se il “caso Nash” è ancora avvolto da un certo alone di mistero. Non è infatti ben chiaro cosa abbia impedito al numero 61 di scendere in pista nelle ultime quattro partite, così come non è chiaro quando rientrerà. Ieri Nash è tornato ad allenarsi con i compagni senza alcuna maglia speciale ma, quando interrogato dai giornalisti sulla sua situazione fisica, ha glissato da maestro, come potete vedere nel video sotto.

Chi invece sta andando alla grande e ben oltre le più rosee aspettative – soprattutto considerando gli infortuni di peso che hanno colpito la squadra – sono gli Ottawa Senators, davvero in gran forma ed attualmente nel bel mezzo di una striscia positiva di vittorie che dura da ben 5 incontri. In mancanza di Jason Spezza – infortunio parecchio serio per lui – sta letteralmente trascinando la squadra Kyle Turris, che con un bottino di 12 punti è il miglior marcatore della franchigia.

La division altamente competitiva in cui si trovano i Senators non ha ancora permesso loro di issarsi tra i primi posti della Eastern Conference, vista la grandissima concorrenza di Montreal e Boston, ma possiamo comunque catalogare Ottawa come una piacevole sorpresa di questo primo scampolo di regular season.

Sulla stessa lunghezza d’onda – ma ve ne avevamo già parlato qualche giorno fa – troviamo anche i Montreal Canadiens di Max Pacioretty, scampato ad una possibile squalifica per una carica su Ryan McDonagh ed ora capace di guardare con i suoi compagni tutti dal primo posto nella Eastern Conference con i 27 punti conquistati.

Montréal Canadiens at Toronto Maple Leafs Game GameCenterLive - 02_27_2013

Al secondo posto troviamo invece i “soliti” Pittsburgh Penguins, che al momento però hanno messo per un attimo in disparte le questini inerenti la classifica per concentrare le loro preoccupazioni su Evgeni Malkin, perno fondamentale della squadra attualmente fermo a causa di una commozione cerebrale.

Dopo lo scontro avvenuto lo scorso 22 febbraio nella partita contro i Florida Panthers, lunedì Malkin è stato ufficialmente messo in IR dalla squadra e sicuramente non prenderà parte alle partite che i Pens giocheranno da qui a domenica.

Malkin è attualmente il terzo miglior marcatore della squadra con 21 punti in 18 incontri, preceduto solamente da Chris Kunitz (23) e dal capitano Sidney Crosby (30).

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in NHL