Social Media HSHS

Interviste

Chmel: “Devo dimostrare di avere il livello, Elvis è un esempio”

BIASCA – La seconda amichevole in meno di 24 ore per i Ticino Rockets è terminata con una sconfitta per 12-2 nei confronti dell’Ambrì Piotta, rendendo così amaro il debutto stagionale del giovane portiere Michal Chmel, uno dei diversi talenti che i leventinesi vogliono far crescere in NLB.

“Tra i pali non mi sono sentito bene – ha ammesso Chmel a fine partita – mi dispiace per i tifosi che mi sono venuti a vedere. Ho però visto cosa significa giocare contro una squadra che ha il livello di NLA, con tanto traffico davanti alla porta, tanti tip-in e diversi rebound che ti sfuggono velocemente di vista. Ero sempre un passo indietro, ma so in che modo devo lavorare… C’è di positivo che solamente con l’Ambrì può succedere che la curva ti chiama anche dopo una prestazione del genere”.

Michal Chmel, hai potuto affrontare l’Ambrì e alcuni ragazzi che conosci bene, su tutti Lukas Lhotak… Com’è stato giocare contro di lui?
“Credo di essermi messo addosso troppa pressione per questa partita. Visto che li conoscevo tutti bene sapevo il loro modo di giocare, ma in partita fanno e pensano le cose molto più velocemente… Ho con tutti un ottimo rapporto ed è una squadra formata da tanti bravi ragazzi, e proprio per questo ci tenevo a vincere la partita, dunque mi dispiace particolarmente per come è andata”.

Venerdì ha giocato Müller, sabato tu… Si preannuncia una bella lotta per trovare posto tra i pali…
“Sono pronto ad affrontare questa sfida. So dove devo migliorare e lavoro sodo per riuscire ad ottenere dei risultati. Devo dimenticare subito questa prima uscita, da lunedì si riparte!”.

Quella che sta arrivando sarà la tua prima stagione da professionista, che obiettivi ti poni?
“Sicuramente uno dei miei intenti è quello di essere fisicamente in forma, e se ci sarà questo elemento poi tutto il resto sarà nelle mie mani. Ci sono gli elementi per me per fare una buona stagione, visto che ho la fiducia della squadra e della società… Anche contro l’Ambrì ho potuto stare in pista fino alla fine per fare esperienza, dato che situtuazioni del genere possono succedere anche durante la stagione. Da lunedì devo ricominciare a lavorare a testa alta”.

Ai Rockets sei in prestito e ad Ambrì potrebbero aprirsi delle opportunità con Zurkirchen in scadenza e Descloux in prestito… In questo senso la prossima stagione sarà molto importante per te…
“È vero, ma queste sono cose a cui assolutamente non penso in questo momento. Come prima cosa devo giocare a Biasca e dimostrare di avere un certo livello, cosa che non ho fatto in questa prima amichevole, dunque per ora c’è solo il presente. L’unica cosa che mi interessa è giocare bene per i Rockets”.

Merzlikins è stato premiato come miglior portiere della scorsa stagione… Vedere quanto è riuscito a raggiungere in così poco tempo ti dà una motivazione in più?
“Sicuramente Elvis deve essere un esempio per me, perchè continua a crescere e sembra non fermarsi mai, tant’è che è diventato il migliore della lega. Visti i suoi risultati molto buoni è indubbiamente un modello da seguire, e se voglio riuscire anch’io devo lavorare minimo come lui”.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Interviste