Social Media HSHS

Interviste

Chiesa: “Una vittoria di squadra e frutto del nostro lavoro difensivo”

LUGANO – Dopo la trasferta vittoriosa di Rapperswil, i bianconeri ospitavano il Ginevra alla Resega. Al termine della partita, conclusasi 4-3 ai rigori per gli uomini di Patrick Fischer, abbiamo avvicinato Alessandro Chiesa e abbiamo condiviso con lui le nostre impressioni sul match.

Alessandro Chiesa, questa è stata una vera e propria battaglia giocata in un clima infuocato, dovuto spesso anche ad alcune decisioni arbitrali discutibili. Alla fine siete riusciti a portare a casa una vittoria che consolida il secondo posto. Cosa ne pensi?
“Sapevamo che contro il Ginevra non sarebbe stato facile giocare, è una squadra molto fisica e che mette molta pressione sui difensori. Credo che questa sia una bella vittoria di squadra, abbiamo giocato bene in zona difensiva. Siamo riusciti a lottare e alla fine questi sono due punti importanti per noi.”

Il Ginevra ha fatto un fore-checking molto alto, cominciando a pressare dalla vostra linea blu, dando parecchio fastidio in impostazione. Come siete riusciti ad aggirare questo schema dei ginevrini?
“Loro fanno un fore-checking 2-1-2, la chiave per superarli erano le nostre ali, che sabato sera hanno fatto una grande partita, ci hanno dato una mano. Quando le ali rimangono alte nella nostra zona diventa tutto molto più semplice e contro il Ginevra hanno svolto un ottimo lavoro.”

Sia a Rapperswil che alla Resega abbiamo assistito a due partite impostate molto sul piano difensivo. Si può dire che il Lugano non è soltanto spettacolo offensivo ma anche solido dietro…
“Lavoriamo tanto anche per questo. Alleniamo parecchio il nostro sistema difensivo e credo che i frutti si vedano. Chiaramente ci sono ancora punti da migliorare, non è certamente stata una partita perfetta. Abbiamo commesso degli errori ma questo fa parte del gioco e l’ importante è avere un buon equilibrio tra attacco e difesa.”

È in questo genere di sfide che si vedono i tuoi miglioramenti durante le stagioni a Zugo. L’anno scorso mancava un po’ di fisicità, pensi che Fischer abbia voluto un difensore come te proprio in virtù di queste sfide?
“Contro il Ginevra ho provato a usare la mia fisicità e ad usare i miei chili. Cerco di dare una mano difensivamente e di dare il massimo in ogni partita, poi può capitare che ci possa scappare l’errore, ma credo che la cosa più importante sia che come squadra abbiamo giocato veramente bene e bisogna continuare così”

La prossima partita sarà alla Postfinance Arena contro il Berna, un’altra squadra molto fisica. Pensi che giocare allo stesso modo vi porterà un’altra vittoria?
“A Berna sappiamo che non sarà per nulla semplice, ma noi andiamo la per portare a casa i tre punti.”

Studente di comunicazione all'USI di Lugano, Diego si occupa delle interviste post-partita dalla Resega.

Click to comment
Pubblicità

HSHS Talk

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Interviste