Social Media HSHS

NHL

Chicago vince gara 4 e riporta la finale nuovamente in parità

0cd9c3714c96fb3d22a2145afe425722

BOSTON – Che spettacolo, nuovamente! La finale 2013 per la Stanley Cup sta regalando tantissime emozioni agli appassionati e anche gara 4 non ha tradito le aspettative e si è giocata sul filo del rasoio, questo nonostante siano state segnate ben 11 reti. Ad avere la meglio sono stati alla fine i Chicago Blackhawks che, con un tiro nel traffico di Seabrook dopo 9 minuti di overtime, hanno impattato la serie sul 2-2.

Stabilire chi avrebbe meritato di più di far sua la partita è probabilmente molto difficile, dato che entrambe le squadre hanno avuto momenti di grande pressione verso la porta avversaria. I tiri, però, danno ragione a Chicago, che ha scagliato 47 puck verso la porta protetta da Rask, mentre Boston ha “stuzzicato” Crawford solamente 33 volte.

La partita era iniziata con gli ospiti capaci di trovare il vantaggio in situazione di boxplay. Saad e Handzus hanno infatti confezionato un contropiede da manuale dopo aver soffiato il disco ad un disattento Seguin. Dopo questo passo falso, però, il powerplay dei Bruins è tornato a dare i suoi frutti con il pareggio al 14’43” di Peverley che, con un polsino dalla media distanza, ha sorpreso un Crawford evidentemente non pronto al tiro dell’avversario.

1003441_10151744906484258_1148653089_n(Chicago Blackhawks Facebook)

I Blackhawks hanno però dato un “giro di vite” al punteggio ad inizio secondo tempo, quando l’incredibile coppia ToewsKane ha confezionato due reti che hanno portato gli ospiti avanti per 3-1. Il capitano ha infatti battuto Rask con una bella deviazione nello slot, mentre il numero 88 ha insaccato a porta sguarnita sfruttando un appetitoso rebound.

I Bruins non hanno però mollato la presa e, ad immagine di un determinatissimo Milan Lucic, hanno trovato al 34’43” il gol del nuovo aggancio. I Blackhawks hanno però allungato nuovamente pochissimi attimi dopo con Kruger, tanto che lo speaker del TD Garden stava ancora annunciando il mercatore della segnatura precedente.

Sotto per 4-2, però, la reazione di Boston è stata rabbiosa e, a cavallo tra il secondo ed il terzo periodo, l’ex bianconero Patrice Bergeron ha rimesso in parità la sfida… Sfida che sembrava però sfuggire per l’ennesima volta di mano ai Bruins a 8 minuti dalla fine, quando Sharp ha trovato il gol che sarebbe potuto essere decisivo. Johnny Boychuk ha però trovato un’autentica cannonata che ha fulminato Crawford è ha mandato tutti all’overtime, regalando al pubblico un epilogo degno di una sfida pazza ed elettrizzante.

Come anticipato, ad avere la meglio sono stati i Chicago Blackhawks, che avranno ora la possibilità di tornare a giocare allo United Center e di portarsi ad una sola vittoria dalla Stanley Cup.

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in NHL