Social Media HSHS

NHL

Buffalo vuole il 1st pick del draft, proposto un trade agli Avalanche

sakic(bostonglobe.com)

Patrick Roy aveva lasciato aperto questo spiraglio durante la conferenza stampa tenutasi in occasione del suo insediamento sulla panchina dei Colorado Avalanche ed in queste ore qualcuno ha deciso di prendere seriamente in considerazione le sue parole.

Durante un’intervista rilasciata all’emittente radio WGR di Buffalo il Director of Amateur Scouting dei Sabres, Kevin Devine, ha ammesso che la sua squadra ha avuto dei contatti con gli Avalanche e che sono ora in attesa di una risposta per capire se e come cercare un accordo riguardo al 1st pick al draft 2013. I Sabres avranno il pick no. 8 ed il no. 16 al primo turno e cercheranno di utilizzarli assieme ad altre contropartite per arrivare alla prima scelta assoluta.

Ecco alcune parole di Devine: “Abbiamo avuto delle conversazioni con Colorado… Penso che dipenda da quanto vogliano tornare la squadra di un tempo. Se si dà un’occhiata alla situazione a Denver possiamo dire che c’é un nuovo regime, con Joe Sakic e Patrick Roy a capo della dirigenza sportiva. Non penso che Patrick sia tornato agli Avs con l’idea di una ricostruzione a lungo termine, quindi credo che potrebbero anche dare ascolto ad alcune proposte”.

Sono immediatamente sorte innumerevoli speculazioni con vari protagonisti per il trade tra cui il bomber Vanek, il portiere Miller ed il giovane rookie Grigorenko (oltre a naturalmente i due pick al primo turno).

Il giornalista del Denver Post, Adrian Dater, ha voluto così esprimersi riguardo a queste possibilità: “La mia opinione su questo trade? Lasciatemelo dire chiaramente: se accettasse, Joe Sakic dovrebbe meritarsi la minor durata come responsabile sportivo di tutti i tempi”.

Miller ha 32 anni, ha visto giorni migliori, ha un cap-hit di 6.25 milioni di dollari e diventerà UFA a fine stagione. In più come si gestisce quello che succederebbe con Varlamov? Lo si scambierebbe in trade perdendo un buon giovane portiere per uno sul viale del tramonto? Lo si tiene e ne si blocca la crescita?

Grigorenko? È talentuoso ma ha segnato un goal ed un totale di 5 punti in 25 partite nella sua stagione da rookie, un po’ pochini. Ha giocato per Patrick Roy con i Quebec Remparts ed ha avuto un paio di belle stagioni, ma non è una contropartita valida per il first pick overall. Nathan MacKinnon o Jonathan Drouin valgono già come lui se non di più.

Il pick no.8 al primo turno? NO. Gli Avs devono andarsene dal draft con uno di questi tre ragazzini: Jones, MacKinnon o Drouin. Anche se i Sabres offrissero Thomas Vanek io starei attento. Diventerà UFA la prossima stagione ed ha un cap-hit di 7.1 milioni di dollari.

Tyler Myers? Ha avuto un buon passato in AHL ed è un difensore giovane, ma arriva da due anni orribili e da una gamba rotta, non vale di certo uno dei 3 che ho nominato prima. E tra l’altro avrebbe un cap-hit di 5,5 milioni di dollari per i prossimi 6 anni.

Se gli Avalanche dovessero scambiare la prima scelta assoluta per qualche vecchio giocatore strapagato di Buffalo allora la nuova ed eccitante era che vede due mostri sacri come Joe Sakic e Patrick Roy prendere in mano le redini della franchigia potrebbe già concludersi miseramente. Sicuramente altre squadre proveranno a tentare i due sopracitati, ma dovranno proporre di meglio di quanto offra Buffalo”.

Studente universitario in Scienze della Comunicazione all'USI, segue giornalmente lo sport a 360°. Si occupa principalmente delle interviste, seguendo da vicino l'Ambrì Piotta.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in NHL