Social Media HSHS

Lugano

Brunner: “A Lugano ho vissuto anni meravigliosi, ma avevo bisogno nuovi stimoli”

L’attaccante ha dedicato una lettera a club e tifosi: “Non dimenticherò mai l’atmosfera nei playoff. Grazie a tutti, a Lugano sin dall’inizio mi sono sentito a casa”

LUGANO – La notizia dell’addio di Damien Brunner al Lugano e della successiva firma a Bienne ha sorpreso tutti sabato mattina, con l’attaccante ed il club bianconero che hanno preso la decisione di intraprendere strade diverse.

L’attaccante ha deciso di spiegare la propria posizione dedicando una lettera al club e ai suoi tifosi. Ve la lasciamo di seguito.

“Dopo tre stagioni e mezza nelle file dell’HC Lugano, le nostre vie si separano. Alla fine di questa stagione ho avuto un ottimo colloquio con il nostro DS Roland Habisreutinger. Vista la stagione malriuscita e gli importanti infortuni subiti, siamo arrivati a questa conclusione, anche per far sì che io possa avere nuovi stimoli per lo sviluppo della mia carriera sportiva. Roland, a questo punto vorrei ringraziarti per la collaborazione sempre aperta, sincera e costruttiva.

È molto importante per me ringraziate tutti per questo periodo meraviglioso trascorso a Lugano. I tifosi sono veramente unici. Soprattutto l’ambiente fantastico durante i playoff mi rimarrà sempre nei ricordi. I tanti incontri con i tifosi sono sempre stati momenti molti piacevoli. Grazie mille!

Ci tengo a menzionare specialmente il nostro team manager Mirko Bertoli: il suo impegno per la società e per i singoli giocatori è fantastico. Sin dall’inizio, hai fatto sì che mi sentissi come a casa. Grazie di cuore!

Last but not least, un grazie di cuore al nostro presidente! Vicky, la tua passione ed impegno per questo club e per tutto l’hockey svizzero è unico e meraviglioso. Grazie!”

Click to comment
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Altri articoli in Lugano