Social Media HSHS

Nazionale

Blum regala la vittoria alla Nati nel primo test con la Lettonia

SWITZERLAND ICEHOCKEY CHE CZE(PHOTOPRESS/Salvatore Di Nolfi)

GINEVRA – A poco più di una settimana dall’inizio dei Mondiali che andranno in scena in Russia, la Nazionale Svizzera ha raccolto un’altra vittoria che fa morale. Nell’ennesima sfida amichevole organizzata in vista della rassegna iridata, gli uomini di Fischer si sono imposti per 2-1 contro la Lettonia di Merzlikins, avversario storicamente indigesto per la formazione rossocrociata.

Se da una parte il punteggio potrebbe fare pensare ad una partita molto combattuta, la realtà dei fatti è che su tutto l’arco dell’incontro a fare il gioco sono stati i padroni di casa. Spinti in particolare dal terzetto tutto pepe formato da Hollenstein, Ambühl e Martschini, i confederati hanno messo sotto pressione il cerbero bianconero e la sua retroguardia sin dai primi minuti.

Che il gol fosse nell’aria lo si percepiva, ed i 3’278 spettatori accorsi a Les Vernets non hanno dovuto aspettare molto per esultare. All’8:58’, infatti, proprio Hollenstein ha aperto le marcature, sfruttando un assist dell’onnipresente capitano davosiano Ambühl.

Il periodo centrale è continuato sulla falsa riga dei primi 20’, con gli svizzeri a fare gioco ed i lettoni a difendersi. Le occasioni capitate sul bastone di Loeffel e compagni sono state davvero molte, ma la solita cronica mancanza di precisione sotto porta ha permesso a Merzlikins di evitare il secondo dispiacere di serata.

Dopo un palo clamoroso colpito da Haas al termine di una grande azione orchestrata da Wieser, a colpire sono così stati i sornioni avversari. Contro l’andamento del gioco e alla prima vera occasione, gli uomini dell’est hanno messo a segno il pareggio con uno slap dalla blu di Siksna, nell’occasione dimenticato dal quintetto elvetico sul ghiaccio.

EISHOCKEY LAENDERSPIEL CHE CZE(PHOTOPRESS/Peter Klaunzer)

Nel terzo tempo la Svizzera ha spinto in cerca del gol risolutivo, ma non ha impensierito più di quel tanto gli avversari. Andrighetto ha fallito una chance limpida a tu per tu con il portiere, il power play ha prodotto poco e, nelle poche occasioni in cui è stato chiamato in causa, Robert Mayer ha fatto il suo, con il risultato che dall’1-1 non si è più schiodato.

Ci sono voluti i supplementari per trovare un vincitore e così, dopo l’ennesimo uno contro uno sprecato da Loeffel, ci ha pensato Blum a chiudere la contesa con un preciso tiro al volo dalla distanza.

Se da una parte dal punto di vista del gioco la Nati si è fatta valere ed ha anche a tratti mostrato ottime manovre corali, a preoccupare è la solita mancanza di abilità nel rifinire e concludere. Contro avversarie sulla carta inferiori ma comunque rognose come le classiche Lettonia e Bielorussia, tanto per fare due nomi, le occasioni vanno sfruttate senza troppi complimenti. Altrimenti, come in questa amichevole, si finisce a combattere con il coltello tra i denti sprecando preziose energie per andare a vincere partite che sarebbero dovute essere state chiuse con largo anticipo.

Fischer ed i suoi saranno impegnati ancora sabato alle 17:45 nel rematch con i lettoni e se la vedranno con la Germania il 3 maggio a Basilea, prima del debutto ai Mondiali il 7 con il Kazakistan.

Reto è uno studente in economia e grande appassionato di hockey a 360 gradi, si occupa delle partite dei biancoblù e della sezione dedicata alla Nazionale.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in Nazionale