Social Media HSHS

NHL

Berra si giocherà un posto da titolare ai Colorado Avalanche

9124759(calgaryherald.com)

DENVER – Secondo quanto riportato dai giornalisti Rick Sadowski ed Adrian Dater, i Colorado Avalanche dovrebbero concludere la stagione con 3 portieri aggregati alla prima squadra. Reto Berra dunque non verrà per il momento girato ai Lake Erie Monsters, farm team della compagine di Denver.

Sono intanto arrivate le prime reazioni da parte del management riguardo l’arrivo del cerbero svizzero, giunto agli Avalanche da Calgary in cambio di un 2nd round pick nell’entry draft del 2014.

Il vicepresidente delle hockey operations, il leggendario Joe Sakic, si è così espresso: “Con questa aggiunta crediamo di aver dato solidità alla nostra situazione concernente i portieri, sia per il presente che per il futuro. Berra ha già mostrato che può essere un portiere di successo a questi livelli, siamo molto eccitati riguardo a ciò che potrà dare a questa squadra”.

Ha inoltre continuato dicendo: “Volevamo essere certi che se dovesse capitare qualcosa a Varlamov, avessimo un valido rinforzo qualora la schiena di Jiggy (JS Giguere ndr) non gli permettesse di giocare. Abbiamo aggiunto qualcuno che sappiamo essere veramente un bravo portiere. Se Varly (Varlamov ndr) dovesse infortunarsi i prospects non sono ancora pronti per sostituirlo. Volevamo dunque assicurare la situazione in porta per i prossimi anni”.

Grazie al giornalista del Calgary Sun, Randy Sportak, abbiamo invece le prime dichiarazioni da parte di Berra, riprese poi dal Denver Post.

“È divertente vedere come vanno in fretta le cose qui. È la prima volta che vedo ciò che accade alla trade deadline e va tutto veramente velocissimo. Non so cosa dire, è qualcosa di speciale. A Calgary mi sono trovato bene, c’è una bella organizzazione. È una bella città con degli ottimi fan. Mi hanno dato l’opportunità di muovere i miei primi passi in NHL e gli sono davvero grato per questo”, ha spiegato lo svizzero.

“D’altro canto – ha continuato – sono molto eccitato e felice all’idea di andare a giocare per Colorado, sono una grande squadra che gioca in una grande città per l’hockey su ghiaccio. Hanno inoltre un allenatore molto famoso, quando ero un ragazzino in Svizzera lui era uno dei più grandi. È qualcosa di speciale, è davvero bello sentire che sono stati colpiti da quanto hanno visto in me. Devo ammettere che conosco un pochettino François Allaire, l’allenatore dei portieri. Era venuto in Svizzera d’estate per dei campi di allenamento per portieri e ci sono andato un paio di volte.. Provo davvero una bella sensazione nel sapere che non sono solo stato scambiato, ma che credono davvero che io sia un buon portiere”.

“Per me era la prima volta (era già stato spedito in trade, ma senza mai aver giocato una partita in NHL ndr), non sapevo bene cosa aspettarmi riguardo alle mie possibilità di scambio e ho cercato di non pensarci. Ma quando mi hanno comunicato la notizia ero sicuramente molto felice e molto riconoscente ai Flames per quanto fatto per me sinora. Avevo provato a chiedere nei giorni precedenti ai miei compagni di squadra come fosse la trade deadline e mi avevano detto di aspettare sempre fino alla fine perché qualcosa può sempre succedere. E così è stato”.

Reto Berra con i Colorado Avalanche vestirà la maglia numero 20, lo stesso che portava quando giocava a Bienne.

Studente universitario in Scienze della Comunicazione all'USI, segue giornalmente lo sport a 360°. Si occupa principalmente delle interviste, seguendo da vicino l'Ambrì Piotta.

Click to comment
Pubblicità

Collegamenti veloci

Commenti recenti

Pubblicità

Altri articoli in NHL