Social Media HSHS

NHL

Al termine di un’epica sfida i Kings vincono la Stanley Cup!

rangers
RANGERS @ KINGS

2-3

(0-1, 2-0, 0-1, 0-0, 0-1)

kings
Reti: 06’04 Williams (King, Stoll) 0-1, 35’37 Kreider (McDonagh, Richards) 1-1, 39’30 Boyle (Hagelin) 2-1, 47’56 Gaborik (Doughty, Carter) 2-2, 94’43 Martinez (Toffoli, Clifford) 2-3

Note: Staples Center, 18’200 spettatori.
Penalità: New York Rangers 4×2′, Los Angeles Kings 5×2′
3 stars: Martinez, Gaborik, Girardi

LOS ANGELES – Ci è voluta la partita più lunga mai giocata nella loro storia, ma alla fine ce l’hanno fatta! I Los Angeles Kings hanno conquistato la loro seconda Stanley Cup nell’arco di tre stagioni, battendo i Rangers al secondo overtime grazie ad una rete su rebound di Martinez, dopo che Lundqvist aveva contenuto il tiri iniziale di Toffoli.

La partita è stata un’autentica battaglia, contraddistinta dai Kings capaci di imporsi nel conteggio dei tiri in ognuno dei cinque tempi disputati, mentre New York ha sapientemente gestito alcune delle situazioni più intrigate del match ed è andata ad un nulla dal rimandare ogni decisione alla sesta partita. Gli ospiti hanno infatti colpito un palo nel corso del secondo overtime, ed hanno avuto l’opportunità di giostrare in un’occasione anche in powerplay, ma Jonathan Quick non è capitolato.

Durante il primo tempo supplementare erano invece stati i Kings a sfiorare la vittoria, in particolar modo con un disco finito sull’asta che ha graziato Henrik Lundqvist. Lo svedese si è nuovamente reso protagonista di una prestazione eroica, contraddistinta da ben 51 parate, che non gli sono però bastate per vincere la partita.

L’incontro era iniziato con il gol d’apertura di Williams, che aveva insaccato dopo un parapiglia davanti alla porta di Lundqvist. I Rangers avevano saputo ribaltare la situazione nel periodo centrale, con il pareggio in powerplay di Kreider ed il gol a 30′ dalla seconda sirena di Boyle. Una penalità evitabile di Zuccarello ha però dato a Los Angeles l’opportunità di impattare la contesa, opportunità sfruttata dall’ex Marian Gaborik.

Le due squadre hanno poi dato vita ad uno spettacolo incredibile nel corso dei due overtime, con i giocatori che hanno dovuto vestire i panni dei gladiatori per lottare su ogni singolo puck. Alla fine sono stati i Los Angeles Kings a sedersi meritatamente sul trono della NHL, mentre a New York rimane l’amarezza di aver perso tutte le partite in terra californiana all’overtime. In questa quinta sfida i Rangers hanno giocato come campioni, ma di fronte avevano una squadra completa, compatta e concentrata in ogni reparto.

Dustin Brown ha alzato al cielo la sua seconda Stanley Cup nel giro di tre stagioni, mentre il Conn Smythe Trophy è andato a Justin Williams, autore del primo gol della serata e di 25 punti nella cavalcata al titolo.

Congratulazioni dunque ai Los Angeles Kings per il grande traguardo raggiunto. Grazie ai New York Rangers per aver dato vita ad una bella finale nella loro miglior stagione da 20 anni a questa parte. Appuntamento ad ottobre!

Capo redattore e fondatore, Andrea Branca si occupa di tutti gli aspetti gestionali e redazionali. Si è laureato in Scienze della Comunicazione con un Master in Gestione dei Media all'Università della Svizzera italiana.

Click to comment

Altri articoli in NHL